Dolce · lievitati.

La forza dell’attesa, e le fette biscottate ai cereali.

Tanti sono i motivi per apprezzare l’arrivo di questo mese: il risveglio della terra mentre il sole spia le nuvole ferme nel cielo, il respiro profondo che invita l’animo ad ascoltarsi e arrendersi alla gioia di un dolce momento. L’essenza col quale mescola colori, profumi facendoli scivolare nella forza dell’attesa.
Ma io, di questo mese, ricordo la bellezza di certe giornate. Era lì che si faceva spazio il desiderio più grande: riunirsi tutti insieme. Non si organizzava mai nulla in anticipo perché Marzo è imprevedibile, ma questo lo si sa!
Si partiva così, come d’istinto, la ‪domenica mattina‬ presto, nonostante fosse l’unico giorno in cui si poteva dormire un po’ di più. Un attimo ed eravamo tutti giù dal letto.
Prima di raggiungere la campagna di mio nonno, ognuno passava a comperare qualcosa: pane e pasta, carne da arrostire, del buon vino, frutta, e poi dolci e dolci a volontà.
Ci si perdeva tra le chiacchiere e i sorrisi che tenevano compagnia e nel frattempo la cucina iniziava a popolarsi di profumi intensi.
Ricordo il mio vagare nel tentativo di trovar qualcosa da mangiare. Già! Perché di tutto quel ben di Dio ci si dimenticava dell’unica  cosa che per me aveva importanza: LA COLAZIONE.
Era difficile trovare qualcosa in dispensa, in campagna si andava di rado e raramente si lasciava del cibo poiché nonno non amava sprecarlo. Ci si accontentava di quel che c’era. Pane e zucchero, per lo più, inzuppato nel latte o nel  tè che in dispensa c’era sempre.
Io, però, ricordo che nonno diceva “guarda bene che lì dentro qualcosa trovi di sicuro”. E allora tiravo fuori tutto fino a prendere quello che più mi soddisfaceva. Solo allora potevo sedermi a far colazione.
E la mia colazione era fatta di fette biscottate semplici. Alle volte, se avanzava della marmellata, ne spalmavo giusto una piccola dose. Quelle che restavano, le tenevo da parte per la merenda del pomeriggio.
Oggi, in un giorno di sole pensar di produrle in casa mi rende certamente felice. Utilizzando le farine che più amo, donando quel gusto rustico che mi accompagna sempre.

Ceramiche di: http://fraterraecielo.org/

image

image

image

Fette biscottate ai cereali.

300g di farina ai cereali
100g di farina di farro
7g di lievito secco biologico
130g di miele d’acacia
120ml di latte a temperatura ambiente
80ml di acqua tiepida
70g di burro
1 uovo
1 pizzico di sale

1 tuorlo o latte per spennellare.

Come procedere:
Nella ciotola della planetaria versate le due farine, il lievito, l’uovo, il miele e il latte a temperatura ambiente. Mescolate e unite il sale, il burro a piccoli pezzi e l’acqua.
Lavorate l’impasto qualche minuto. Trasferitelo sulla spianatoia e con le mani impastate fino ad ottenere un composto liscio ed elastico.

Riponetelo in una ciotola e fate lievitare fino al raddoppio. Quando sarà pronto, riprendete l’impasto e rovesciatelo sulla spianatoia leggermente infarinata.
Fate una leggera pressione con le mani allargando l’impasto fino a formare un rettangolo. Partendo dall’esterno iniziate ad arrotolarlo fino a formare un filone. Sistematelo nello stampo da plumcake rivestito di carta da forno e fate nuovamente lievitare. Dovrà raggiungere il bordo dello stampo.

Quando sarà pronto spennellate la superficie col tuorlo o il latte e fate cuocere a 180° per 40 minuti.
Togliete dal forno, e fatelo raffreddare su una gratella. (È consigliabile per 24 ore)
Con un coltello tagliate delle fette spesse 1 o 2 cm riponetelo sulla placca da forno facendole tostare a 160º per 10 minuti.

image

image

37 risposte a "La forza dell’attesa, e le fette biscottate ai cereali."

  1. Sai che sono una da cose semplici, genuine e fatte con amore. Chissà se è stata una coincidena, anche io ieri ho fatto delle fette biscottate, le mie prime fette biscottate. Quando ero piccola la mia colazione preferita era quella che facevamo quando andavamo da mia nonna materna. Lei abitava in campagna e di certo non teneva dolci per noi. Era un donna in un certo senso dura, la vita l’aveva temprata, ma sapeva comunque essere a modo suo anche dolce. Tirava fuori un pezzo di pane casereccio, poi un filo di burro e un po’ di zucchero. Per me era la cosa più buona che esistesse al mondo

    Mi piace

    1. È stata la prima volta per entrambe allora! Io non solo non le avevo mai fatte, ma per molto tempo ho creduto fosse complicato realizzarle in casa. Poi, boh…forse un ricordo, un pensiero improvviso mi ha portata indietro nel tempo, e spinta a pensare che magari avrei potuto farcela.
      È stata una gioia immensa prepararle. Assaggiarle il giorno dopo con la confettura di mandarini siciliani. Si mantengono bene se le chiudi dentro una scatola o barattolo! Le replicherò prestissimo 🙂

      Mi piace

  2. Buon pomeriggio Melania, non ho mai provato a fare fette biscottate, questa ricetta la trovo deliziosa, un modo per provare qualcosa di buono e genuino per la prima colazione che adoro, anche io da bambina, ricordo la nonna quando , mi preparava pane con lo zucchero, una bontà ed una dolcezza unica! Un abbraccio 💚

    Mi piace

    1. Quanto sono belli questi ricordi…ci scriverei un libro! Io, come già sai, mi piace raccontarli…equivale un po’ a viverli nuovamente. A sentire e percepire ogni cosa! Sono lontane le colazioni di un tempo da quel che appare oggi sulle nostre tavole, eppure, ritornerei volentieri a quel senso di semplicità. Quel non pretendere nulla in più se non quel che c’era, perché non rappresentava solo qualcosa di povero, ma qualcosa di buono che saziava!
      Ti abbraccio Maria Luisa, spero tu possa tradurrere un felice weekend:))

      Mi piace

  3. …non ho mai fatto le fette biscottate, ma vedendo le tue foto mi è venuta voglia, ci credi?!
    Poi quelle foto…che poesia…mi hanno fatto tornare bambina. ❤

    Mi piace

    1. Non so se è trapelato dal racconto ma è stata la primissima volta che le ho preparate. Mai fatte prima!!! Ho sempre Pensato fosse complicato realizzarle, invece, me la sono cavata piuttosto bene. Potessi sentire quanto sono croccanti…poi, con un po’ di marmellata sono l’ideale per la colazione mattutina! ❤️

      Mi piace

  4. Ciao Melania! Io adoro i cibi semplici e più passano gli anni, più li apprezzo. La colazione che ricordo con tanta nostalgia è quella che mi faceva la mia nonna materna quando venivamo in vacanza in Italia… caffellatte con zuppetta di pane abbrustolito nel camino! Non ho mai assaggiato qualcosa che fosse più buono! Adoro le fette biscottate e da anni sono alla base della mia colazione, spalmate di confettura o di miele. Le tue sono splendide cara, da rifare assolutamente!
    Un abbraccio forte,
    Mary

    Mi piace

    1. Mary ti dirò che qualche post fa raccontavo proprio di un ricordo simile al tuo. Raccontavo di colazione povere ma che non ho mai dimenticato, fatte di pane, alle volte, inzuppato nell’orzo, altre abbrustolito col lo zucchero. Erano colazioni semplici, ma buonissime!
      E tra queste c’erano anche quelle che mi regalavo quando tutti insieme si andava in campagna. Quando in dispensa trovavo le fette biscottate era mia premura prenderle e farci finalmente la mia colazione. Rifarle è stato uno di quei momenti super rilassanti e di grande emozione.

      Mi piace

    1. Io le ho viste spesse sul web, ma sai quella vocina che ti dice che quello non era il momento giusto per prepararle? Ecco! È stato così fino alla scorsa settimana, quando all’improvviso un dolce ricordo mi ha riportato indietro nel tempo. Non sono complesse da realizzare e Ila posso assicurarti che il sapore è delizioso!

      Piace a 1 persona

  5. Mi piace perdermi nei tuoi racconti che sanno proprio di casa, come queste belle fette biscottate dall’aspetto invitante. Come ti dicevo ho comprato prioprio di recente lo stampo per provare a farle in casa e a vedere il tuo risultato mi sento ancora un più incentivata. un abbraccio grande Melania cara

    Mi piace

    1. Io le ho preparate quando meno me l’aspettavo, quando in forno cuoceva altro, e che alla fine neppure si è rivelato granché! Mi piaceva l’idea che le mie mattine iniziassero con un sapore genuino. Con qualcosa preparato dalla mie stesse mani. E le fette non le avevo mai provate prima. Ho usato lo stampo per plumcake, tu ne hai uno specifico?
      Attendo di vedere le tue 😘

      Mi piace

  6. Leggendo i tuoi ricordi mi è venuta in mente la colazione che mi faceva mia nonna, uovo delle sue galline sbattuto con lo zucchero e un po’ di caffè. E’ incredibile come il cibo sia spesso legato a momenti di affetto e dolcezza che ci rimangono dentro per sempre.

    Mi piace

    1. In realtà, lo è più di quanto vediamo. I ricordi legati al cibo fanno parte di noi da sempre, fin da piccini. A volte, tirarli fuori attraverso un sapore, un gesto, un oggetto non fa altro che riportare in auge una sensazione già vissuta. Sono diverse le colazioni di un tempo da quelle nostre di adesso, ma rievocarne il sapore ci riporta un po’ a quei tempi.

      Mi piace

  7. Il post è bellissimo, così intriso di ricordi dolcissimi, ma in questo momento mi è pure utilissimo perché stavo pianificando proprio le fette biscottate fatte in casa! Quindi ti mando un bacio e vado a rileggere e a prendere appunti 🙂

    Mi piace

    1. Daiii Tati!!! Chissà se ti sei già messa all’opera! Sono certa ti piaceranno moltissimo. Io ho usato queste farine un po’ più rustiche poiché le preferisco a quelle classiche. Il risultato? Beh! Lo vedi anche tu! 😘☺️

      Piace a 1 persona

  8. E qua mi inviti a nozze! Io adoro le cose semplici, semplice usi anche farine rustiche due minuti e sono da te a farti compagnia a colazione! Brava, mi sembrano ottime. Grazie per aver condiviso questo tuo ricordo dei nonni. Un bacio

    Mi piace

    1. Se piacciono a te che con i lievitati fai magie allora, posso ritenermi soddisfatta! Tu sai che mi cimento solo in quel che so, i lievitati che richiedono maggior tempo e lavorazione stanno ancora distanti da me. Ogni cosa a suo tempo no?
      Intanto ti abbraccio

      Mi piace

  9. Che bello poter godere di giornate così, spensierate, senza una lista di cose da fare ma libere e gioiose…. Queste fette biscottate sono meravigliose e con un velo di burro e marmellata sono davvero speciali, un bacione!

    Mi piace

    1. Giuro che mi piacerebbe di averne giornate così. Serene, senza cose da dover spuntare nelle mille mila liste fatte. Eppure, nonostante tutto cucinare resta sempre un piacere. Resta uno di quei momenti che mi concedo anche per gioire di un po’ di serenità. Se traspare anche attraverso le parole ne sono felice…

      Mi piace

  10. La colazione per me è un momento… sacro. Guai a saltarla, guai a togliermela, guai a rinunciarci. La bellezza della giornata inizia da lì: il primo passo, appena si scende dal letto… gli occhi che si aprono sul mondo e come prima cosa, vedono la cucina! Non è un ottimo incipit, questo? 🙂 La “nostra” stanza che ci accoglie. E possiamo dedicarci al caffè, al tè, alle spremute, ai toast, alle torte da credenza, allo yogurt coi cereali, ai muffin, alla frutta, alle marmellate e… alle fette biscottate, certo! Fosse per me, intavolerei sempre tutto, come un perenne bruch tutta la settimana, ahaha! Le fette biscottate in casa mia non mancavano mai, mio padre le mangiava abbinandole al salato (al prosciutto cotto, fa tutt’oggi colazione così, lui) ma io e madre stendevano un velo (o due!) di burro e via di confetture varie, anche se la nostra preferita era quella di albicocche! Insomma, ricordi “caldi” che non perdono la loro croccantezza… che il tuo post mi ha risvegliato e chissà che una volta non mi lanci anch’io nell’autoproduzione! 😉

    Mi piace

    1. Se solo si smettesse di correre tutto il tempo, il tuo messaggio parrebbe meno poesia e più realtà. Io, in primis, non riesco ad assicurarmi tutte le sante mattine un posticino con la tavola bandita di prelibatezze. Faccio quel che posso, ma quando accade mi assicuro di avere tutto ciò che desidero. E allora, vado con lo yogurt, la gramola, il pancake (almeno uno), qualche fetta biscottata con la marmellata, al salato non avevo mai pensato, ma proverò!
      Insomma, si! È uno dei momenti più belli della giornata e val la pena goderselo in tutta calma, che alla frenesia del tempo ci si può pensar dopo.
      P.s. ( dovresti provarle, poi non smetti più)

      Mi piace

  11. Leggendo il racconto della tua colazione d’infanzia mi sono commossa! I nonni sono un vero tesoro e l’idea di replicare in casa quei sapori genuini che consumavi da bambina trovo che sia stupendo. Le fette biscottate non le ho mai fatte in casa ma ho sempre desiderato provarci. Le tue sono perfette. Marzo è davvero il tempo della rinascita e “festeggiarlo” dando corpo ad un ricordo con un cibo “dell’attesa” è sicuramente il modo migliore! Grazie Melania è sempre un piacere leggerti e scoprire le tue bellissime ricette. Un bacione 🙂

    Mi piace

    1. Lasciarmi guidare da un ricordo, una sensazione, un gesto è la maniera naturale di riuscire a star in cucina. Diversamente credo non riuscirei a fare. Sarebbe solo un gesto meccanico, ma privo di sentimento. Pensare di auto produrre qualcosa che ho assaggiato o gustato con piacere e che è rimasto insito dentro è sinonimo di quanto la semplicità di quel che ci accade resta. Torno indietro guardando sempre avanti perché è ciò che mi lega a questa passione che cresce sempre di più.
      Grazie a te Mile! Che mi leggi con affetto :)) buona domenica

      Mi piace

  12. Sono teneri questi tuoi ricordi, io i nonni paterni non li ho mai conosciuti e questa cosa ora che sono grande la sento molto. Ti immagino piccina a rovistare in dispensa, soddisfatta del bottino trovato! Questa colazione la farei tutti i giorni, sono golosa di marmellate è confetture! Le fette biscottate ti sono venute benissimo! Le foto che te lo dico a fare…Sono meravigliose! Un abbraccio

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...