San Valentino e un tortino al cioccolato.

Poche volte mi è capitato qui, in queste pagine, di raccontare l’amore. L’amore che fa scoppiare il cuore, che procura lo sfarfallio, che alleggerisce i passi e non conta più le parole. L’amore che si racchiude in un verbo e coniuga i sorrisi, trasformandoli in abbracci stretti. L’amore che non illude ma nutre i giorni aspettando insieme il domani.
L’amore che è anche attesa, perché ritrovarsi poi, ha un sapore ancora più dolce.
L’amore che ti scopre su una panchina a guardare in lontananza, quel che non c’è e che, forse non sai se arriverà. Ma aspettare ne è valsa la pena.
L’amore che si tinge d’inverno e con lo sguardo ne segui i passi dietro alla finestra.
L’amore che ha il profumo dolce di un sapore gustato lentamente, perché vuoi che resti il più a lungo possibile, tra le cose da non dimenticare.
Qualcuno che conosco mi chiese tempo fa: tu sai raccontarlo l’amore?”
Io risposi di no.
Ma sentirlo qui e ora.
Buon San Valentino a tutti voi.
Vi lascio la ricetta di un tortino semplice ma che, ha tutto il sapore di chi l’ha preparato con amore.

Tortino al cioccolato
Cosa occorre:
130g di cioccolato fondente
125g di latte intero
15g di amido
2 tuorli
130g di albumi
40g di zucchero

Come procedere:
Imburrate i pirottini e cospargete di zucchero.
In un pentolino versate il latte e portate a bollore, quando avrà raggiunto la temperatura versate il cioccolato precedentemente tagliato a scaglie. Mescolate con una frusta facendo attenzione a non formare grumi.
Incorporate i tuorli, l’amido e mescolate fino a quando tutti gli ingredienti si saranno amalgamati.
Mettete da parte e fate raffreddare.
Montate a neve gli albumi con lo zucchero.
Uniteli al composto ormai freddo e, mescolate dall’alto verso il basso delicatamente.
Tagliate delle strisce di carta da forno e posizionatele all’esterno dei pirottini. Versate il composto e lasciate cuocere in forno ventilato a 220º per 15/18 minuti al massimo.

IMG_9001-3IMG_9002IMG_9007

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. www.cucinaserena.it ha detto:

    Melania mi sorprendo sempre di quanta empatia ci sia fra noi, ieri ho pensato la stessa cosa forse non sono in grado di raccontare l’amore, la mia vena romantica è fiacca e spenta, spererei sia solo una condizione temporanea ma la verità è che l’amore vero, è anche difficile da descrivere a parole quand’anche su quella panchina fossi sola con i miei pensieri cercando di organizzarli in verbo per descrivere un sentimento che fa sognare o soffrire ma senza il quale non possiamo stare. Un abbraccio grande
    p.s. Comunque anche per me oggi tortino al cioccolato.

    Mi piace

    1. chicchidimela ha detto:

      Ha così tante sfumature, prima chiare, poi scure. Ha mille volti, l’amore. Mille strade che accarezzano passi incerti e poi decisi. Ma c’è. Esiste.
      L’amore per noi stesse, per ciò che vogliamo, che desideriamo ogni giorno e ardentemente proviamo a conquistare. L’amore per ciò che non ci fa paura, ma supera i limiti valicando porte a noi oscure.
      Amar(si)e prima di tutto. Nonostante tutto.

      Mi piace

  2. ipasticciditerry ha detto:

    Raccontare l’amore non è cosa semplice. Io ho molta facilità con le parole, nonostante tutto, ci devo pensare, prima di pronunciarle. Invece sul tortino mi mancano completamente le parole: una meraviglia Meli, una meraviglia

    Mi piace

    1. chicchidimela ha detto:

      Ma Terry grazie davvero di cuore ❣!
      Oggi, come altre volte ho solo lasciato fluire la penna per descrivere un po’ di quel sentimento che caratterizza e descrive la mia vita come credo gran parte di noi. Non importa se arrivino o meno le parole o i gesti o chissà cos’altro l’importante è circondarsene. Viverlo. Toccarlo con le proprie mani. (L’amore)

      Mi piace

  3. Elena Gnani ha detto:

    Io non so assolutamente raccontarlo con le parole, ma spero di riuscire a trasmetterlo con i gesti e magari anche le ricette 😉
    Le tue foto sono sempre più belle Mel

    Mi piace

    1. chicchidimela ha detto:

      Ognuno ha certamente un modo tutto suo di raccontarlo. Ognuno ha il proprio modo per accoglierlo e donarlo. C’è chi usa le parole, chi con i gesti colma mille vuoti e chi prepara dolcezze per ammorbidire i momenti bui. Grazie Elena e buona festa a te :)))

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...