Il sapore del lunedì, e i baci di dama con crema alle nocciole.

I lunedì di un tempo raccontavano di mattine al mercato e di borse di lino beige piene di prodotti, per riempire il frigo e la dispensa per l’intera settimana. Rievocavano i gesti semplici, come quelli di un taccuino dove annotare tutto, dove le parole si poggiavano sulle righe di percorsi inesplorati. Narravano di frammenti, sogni…

Aprile…

C’è sicuramente un posto dove le ombre sono solo riflessi indefiniti. Come quei passi che si lasciano dimenticare perché sono già alto. Un luogo, dove tutto quel che è, poi non è più. Come quel vento che subisci. Quando precipita d’un tratto sugli occhi e non puoi fare a meno di sentirlo. Registri quell’istante infrangendo…