Dolce

Plumcake semplice con vortici al cacao.

Novembre è scivolato tra le dita troppo velocemente per accorgermene tanto che, ritrovarmi nei giorni frenetici di Dicembre, è stato come un soffio di vento agitatosi con largo anticipo. Godo ancora delle belle temperature, delle foglie ingiallite cadute dall’albero e che, involontariamente, pesto coi piedi ai bordi del marciapiede. Mi rallegro perché dopo quei giorni… Continue reading Plumcake semplice con vortici al cacao.

Dolce

Un sapore chiamato Vanini, e i muffin al cioccolato e mele.

Stamattina, quando ho aperto le finestre della camera, il vento forte si è scaraventato su di me come fosse un uragano. Sono giorni che la pioggia battente scivola sui vetri, mentre la luce resta nascosta tra le pieghe di nuvole non più passeggere. Sono giorni bui dove perfino il tempo sembra rallentare e scandire lentamente… Continue reading Un sapore chiamato Vanini, e i muffin al cioccolato e mele.

Dolce

La sensibilità q.b, e un plumcake alle pere e cioccolato.

Ci si riscopre sensibili. O forse lo si è sempre stati pur convincendosi del contrario. L’aereo che mi porta a casa, nella mia Sicilia a godere ancora del caldo e dell’azzurro del mare, mi lascia il tempo per pensare e scrivere. Accanto a me delle ragazze, probabilmente pallavoliste, bellissime e grintose si danno consigli sui… Continue reading La sensibilità q.b, e un plumcake alle pere e cioccolato.

Dolce

La lentezza di Agosto, e il sapore dei fichi.

Questo Agosto continua a riempirgli gli occhi di bellezza, continua a farmi danzare senza mai poggiare i piedi ma librandomi nell’aria come fossi sospesa. Il cuore non smette di perdersi in acrobazie e sussulti, la mente prosegue il suo viaggio verso nuovi cosmi e l’ostinata ricerca della felicità. La luce che si posa sulle cose… Continue reading La lentezza di Agosto, e il sapore dei fichi.

Secondi

Brevi storie per raccontare l’attesa, e i pomodori ripieni di riso.

Ci sono molte cose che l’estate racconta. Cose che puntualmente arrivano: come il profumo della Zagara quando inizia a fiorire, e di come il venticello della sera trascina quell’odore lontano dopo essersi insinuato nelle narici. Racconta le corse in bicicletta verso il mercato, con il cestino pieno di primizie afferrate nelle bancarelle. I minuti spesi… Continue reading Brevi storie per raccontare l’attesa, e i pomodori ripieni di riso.

Dolce

La storia degli altri è anche la nostra, e una tatin alle more e basilico.

Riscrivo me stessa tutte le volte che ho bisogno di (ri)trovarmi. Disegno nuove linee, mettendomi al sicuro di fronte a curve inaspettate. Separo i pensieri uno ad uno per ritrovarli poi, in fila, allineati di nuovo nel loro ordine. Traccio con mano decisa i desideri da realizzare. Scelgo bene quale colore usare e che percorso… Continue reading La storia degli altri è anche la nostra, e una tatin alle more e basilico.

Dolce

L’estate e una ciambella alle pesche e lavanda.

Questo è il periodo dell’anno che amo di più. È il momento in cui la mattina sobbalzo dal letto prestissimo, quando il sole tiepido inizia ad alzarsi e il suono del vento si insinua fra gli alberi. È il leggero conforto delle foglie che scivolano leggere in un giorno d’estate. È il grido instancabile delle… Continue reading L’estate e una ciambella alle pesche e lavanda.

Secondi

La nuova stagione, e le polpette di melanzane.

Ci sono ingredienti che più di altri mi raccontano una stagione. Lo fanno per lo più attraverso il loro sapore, intenso e deciso, o dolce e delicato a seconda di quel che scelgo di usare. L’estate, ad esempio, è una di quelle stagioni che percepisco anche solo da un profumo. Quando mi sveglio la mattina… Continue reading La nuova stagione, e le polpette di melanzane.